Corsi di recitazione e teatro a Milano alla scuola Borgo Teatrale.

Una Scuola di Recitazione che si chiama Borgo Teatrale non può esimersi dal riflettere, quanto più profondamente possibile, proprio sul Teatro, meraviglioso mezzo espressivo che esiste fin da tempi remoti e che ha conosciuto, nei secoli, molteplici incarnazioni.

 

Avremo modo, nel corso del tempo, di parlarvi di vari Autori teatrali e di vari modi di intendere il Teatro, che è – lo dice il nome stesso della nostra Scuola di Recitazione a Milano – uno dei pilastri, se non il caposaldo, su cui ci basiamo. Perché tanta importanza? E perché siamo così convinti che, anche al giorno d’oggi, nonostante l’esistenza (benvenuta, sia chiaro) di Cinema e piattaforme di contenuti video, nonché di siti web come YouTube, Vimeo eccetera, sui quali è possibile trovare letteralmente di tutto, perché siamo così convinti – dicevamo – che il Teatro sia ancora attuale e proponibile?

E, di conseguenza, riesca ad appassionare le persone tanto da invogliarle ad avvicinarsi ai Corsi di Recitazione di Borgo Teatrale? O magari a quelli di Lettura Espressiva e Dizione?

A rispondere ci aiuta nientemeno che Carlo Goldoni, il grande commediografo veneziano attivo nel Settecento che ha regalato alla scena memorabili testi, dalla “Locandiera” all’“Arlecchino servitore di due padroni”, dalle “Baruffe chiozzotte” alla “Bottega del caffè”, per citare solo i più noti.

Diventare attore per passione, ma non solo

In una delle dimore di Goldoni a Venezia, Palazzo Centani nel sestiere di San Polo, trasformato oggi in museo, si può vedere, oltre all’ambiente in cui il giovane Goldoni è cresciuto, anche un curioso esempio di teatro in miniatura: un vero e proprio “teatrino”, con tanto di palco e sipario, all’interno del quale era possibile mettere in scena degli spettacoli di marionette, dono – a quanto pare – di uno zio al giovane Carlo, che già mostrava tutta la sua passione per il mondo del Teatro e della Scrittura, e che grazie a questa riproduzione in miniatura di un teatro poté intrattenere parenti e amici con le sue prime, giovanili commedie.

Orbene, come sanno in molti, Carlo Goldoni divenne avvocato. Un mestiere rispettabilissimo, specie nella popolosa (e litigiosa) Venezia, nella quale le controversie certo non mancavano né, di conseguenza, poteva mancare il lavoro per gli “azzeccagarbugli”. Ma il lavoro era un conto; la passione, un altro.

Ecco, allora, una definizione di Teatro che ci piace molto e definisce anche lo spirito e i contenuti dei nostri Corsi di Scuola di Teatro: una passione, bruciante ed esigente come tutte le passioni, che arrogano a sé attenzioni ed energie, che chiedono tempo, certo, e anche una notevole dose di investimento, ma che liberano energie positive in quantità impressionante.  Perché diciamolo: Goldoni non aveva bisogno del Teatro per guadagnare, bensì per vivere! Gli serviva – fin da piccolo – il rifugio di quel mondo fatuo ma profondo, effimero ma persistente, basato su una apparente finzione, ma tanto coinvolgente, anche più della vita vera!

Il Teatro, in seguito, divenne anche la professione dello stimato commediografo Carlo Goldoni, e certo è un augurio – quello che il Teatro e le Arti possano diventare la sostanza stessa della vita dei nostri Allievi – che rivolgiamo a chiunque segua Borgo Teatrale, a chiunque si iscriva a un nostro Corso, vuoi per Recitazione, vuoi per Scrittura, vuoi per imparare a essere Attore, oppure per entrare in contatto con aspetti della propria personalità magari più nascosti di altri, ma non meno bisognosi di essere coltivati e fatti esplodere.

Ma non è pensando al guadagno e al lavoro che vi invitiamo a dare un’occhiata alla nostra offerta formativa, bensì pensando… a quel teatrino di marionette che il piccolo Goldoni custodiva come un tesoro in camera sua, e che ancor oggi potete vedere facendo un viaggio a Venezia. Quel teatrino che rappresenta una passione da coltivare, un sogno da nutrire, un’esigenza da non ignorare. Anzitutto, per stare bene e per portare sul palcoscenico tutta l’energia di cui si è capaci: vi garantiamo che, a fronte dell’energia spesa, quella acquistata è immensamente di più! E, in secondo luogo (e qui veniamo a quanto ci chiedevamo prima circa l’attualità del Teatro), perché il Teatro è ancora – e sarà sempre – un luogo di Sogno, ma non di sogno notturno e individuale, bensì collettivo e innervato, sogno condiviso e passione dispiegata liberamente.

Spazio al Teatro e spazio ai corsi di recitazione, dizione, lettura

Ecco perché, nonostante la tecnologia abbia guadagnato giustamente il suo spazio, il Teatro rimane, nel mondo umano, così importante e così seguito, così appassionante e così indispensabile: perché è veicolo di passioni ancestrali e ci parla da un’antichità profonda, di cui Goldoni, in fondo, non è che un recente epigono. Generazioni e generazioni di commediografi, tragediografi, attori, attrici, tecnici di scena, costumisti, trovarobe, esperti d’illuminazione e, ovviamente, registi e coreografi si sono succedute nel corso della storia, e di questa immensa tradizione ci piace pensare di essere tra gli attuali depositari, coi nostri Corsi di Scuola di Teatro e Cinema, ma anche col nostro essere, con la nostra curiosità e la nostra voglia di migliorarci sempre e di imparare – sì, avete letto bene: di imparare – dagli Allievi, almeno nella misura in cui possiamo loro insegnare, grazie al talento e alla bravura dei nostri Docenti.  I quali, come prerogativa principale, sono generosi nel passare il loro Sapere, elemento sostanziale di ogni insegnamento e, in particolare, di quello attoriale.

 

Chiamateci o venite a trovarci per avere informazioni, anche solo per una chiacchierata: ci farà molto piacere! E se in cuor vostro quel goldoniano teatrino di marionette esiste, coltivatelo e fatelo vivere, regalatevi un Corso di Recitazione, di Cinema o di Scrittura (abbiamo anche la Narrativa…), fate spazio, nella vostra vita, alle passioni: perché esse sono la vostra vita!   

 

 

 

 

Il mondo cambia e tu? Resta aggiornato! Iscriviti alla newsletter
Privacy - Informativa Cookies